MENU
Politica Economica

Roma fa squadra per attrarre i turisti del Dragone

Al via a Shanghai la missione capitolina per promuovere l’immagine della città oltre Muraglia, puntando soprattutto sul turismo congressuale e sui viaggi business. Una delegazione guidata dall’assessore allo Sviluppo economico, Carlo Cafarotti; l’amministratore delegato di Adr, Ugo De Carolis, e il vicepresidente del Convention Bureau Roma e Lazio Stefano Fiori


14/05/2019 16:16

di Mauro Romano - Class Editori

Missione Roma in Cina
Carlo Cafarotti

Il sistema Roma si mette in mostra in Cina. Parte a Shanghai la missione capitolina per promuovere l’immagine della città oltre Muraglia, puntando soprattutto sul turismo congressuale e sui viaggi business.

Una delegazione guidata dall’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale, Carlo Cafarotti; l’amministratore delegato di Adr (Aeroporti di Roma), Ugo De Carolis, e il vicepresidente del Convention Bureau Roma e Lazio Stefano Fiori per partecipare alla Fiera Internazionale del Turismo Itb China alla presenza del ministro per le Politiche agricole e il Turismo, Gian Marco Centinaio.

L’obiettivo è di rafforzare la percezione della Capitale quale destinazione collegata al meglio con la Repubblica popolare e quindi come porta di accesso al Paese; una destinazione sicura, accogliente ed attenta alle specifiche necessità del turista cinese, sia esso un business o leisure traveler.

L’appuntamento sarà quindi occasione per presentare i tre nuovi collegamenti diretti dall’aeroporto di Fiumicino con le metropoli di Hangzhou, Shenzhen e Chengdu. Ma l’occasione servirà anche a promuovere il sistema della convegnistica romana.  La Cina è infatti già prima al mondo come spesa per viaggi business e leisure, con 228 miliardi di euro.

Il dato va letto insieme alle previsioni di crescita di Adr. Fiumicino conta già oggi 12 collegamenti diretti con la Great China. Per il 2019  si stima un vero e proprio boom di passeggeri da e per la Cina con un incremento del traffico del 20% rispetto al 2018 e il superamento della soglia dei 900 mila passeggeri entro la fine dell’anno. Mentre per il 2020 la previsione è di superare quota 1 milione.

Per Adr la missione sarà anche l’occasione per approfondire i rapporti con China Eastern, compagnia statale che nel corso dell’anno ha migliorato l’offerta degli aeromobili in volo da e per Roma. Un incontro incentrato su strategie commerciali. La visita del gestore degli scali di Fiumicino e Ciampino farà inoltre tappa ad  Hangzhou, una delle nuove destinazioni servire, per incontri con i rappresentati di Alibaba e Alipay. L’accordo con il sistema di pagamenti digitali di Alibaba, utilizzabile nello scalo, prevede  che  i clienti cinesi che faranno acquisti a Fiumicino avranno un cash back immediato.


Chiudi finestra
Accedi